Collegamento ciclabile tra il confine di Milano, il Polo Fieristico di Rho-Pero e l’area Expo 2015 – Studio di Fattibilità

TIPOLOGIA ATTIVITA'
Attività istituzionale a favore della Provincia di Milano (Assessorato alle Infrastrutture, Viabilità e trasporti, Mobilità ciclabile e Opere pubbliche stradali) – Programma di Collaborazione 2010

GRUPPO DI LAVORO
Franco Sacchi [Direttore responsabile], Maria Evelina Saracchi (capo progetto), EN.SE. sas di Edmondo Vitiello e C., A.M.PRINA sas di Alberto Prina & C. [collaboratori esterni]

CODICE RICERCA
IST_11_10

DATA
Febbraio 2011


CONTENUTO ESSENZIALE

Il tema dell’accessibilità ciclabile per l’area immediatamente a nord-ovest di Milano rappresenta un elemento previsionale di importanza strategica nell’ambito di diversi programmi di sviluppo che gravitano su tale contesto territoriale.
Principalmente si tratta delle previsioni inerenti il completamento delle opere di compensazione ambientale già contemplate nell’Accordo di Programma per il Polo fieristico di Rho-Pero, delle previsioni del Comune di Milano inerenti l’organizzazione del sistema ciclabile cittadino dei Raggi Verdi e, non ultime, delle previsioni entrate in campo con la programmazione dell’evento Expo 2015.
Esso sarà accompagnato dalla realizzazione di percorsi e sistemi di rilevanza culturale ed ambientale che interessano il più ampio territorio circostante il sito espositivo, ossia le cosiddette “Via d’Acqua – Parco dell’Expo” e “Via di Terra”, che saranno fruibili anche attraverso sistemi di mobilità dolce.
In questo scenario la Provincia di Milano intende sostenere un’iniziativa volta all’individuazione di un itinerario ciclabile che sia coerente con le altre previsioni in essere, venendo a costituire un importante tassello del sistema della ciclabilità nel nord-ovest milanese, che metta in connessione Milano, la Fiera e l’Expo, ma anche nodi rilevanti delle realtà territoriali direttamente attraversate.
Al Centro Studi PIM, nell’ambito dell’attività istituzionale a favore della Provincia di Milano – Assessorato alle Infrastrutture, Viabilità e trasporti, Mobilità ciclabile e Opere pubbliche stradali (Programma di Collaborazione 2010) è stato richiesto di predisporre uno Studio di fattibilità per l’individuazione del più opportuno itinerario ciclabile (e delle opere occorrenti alla sua realizzazione, incluse quelle necessarie allo scavalcamento degli ostacoli di natura infrastrutturale e quelle relative ai punti di sosta e di interscambio con le altre modalità di trasporto), che colleghi l’itinerario del “Raggio Verde n.7”, già previsto nella tratta urbana di Milano, con il Polo fieristico di Rho-Pero e con l’area di Expo 2015.
Il presente Studio si compone delle seguenti parti:

definizione delle opportunità, delle finalità e degli obbiettivi del collegamento ciclabile, che costituiscono elementi e requisiti di base per lo sviluppo delle possibili soluzioni progettuali;

analisi dell’insieme dei progetti in campo nel contesto territoriale d’indagine, al fine di individuare le possibili sinergie tra le diverse programmazioni e di ottimizzarne le opportunità di finanziamento e di realizzazione;

definizione del percorso dell’itinerario ciclabile e della possibile localizzazione di aree attrezzate lungo di esso, esplicitando le casistiche tipologiche dei luoghi attraversati ed individuando i nodi critici;

descrizione delle soluzioni progettuali proposte, riferite ai tratti omogenei nei quali è stato suddiviso il collegamento ciclabile allo studio, riportando, per ciascuno di essi, informazioni sugli ambiti comunali interessati, sulla tipologia finale del tracciato e della sezione trasversale, sulle specifiche opere da realizzare, oltre che sulla competenza della progettazione e della realizzazione degli interventi;

stima parametrica dei costi per la realizzazione degli interventi proposti;

elaborazione di indicazioni per la progettazione delle aree di sosta e dei punti notevoli di collegamento con altri mezzi di trasporto lungo l’itinerario, al fine di massimizzare l’effetto della sua realizzazione anche ai fini turistici e culturali.

Questo sito web utilizza i Cookies, anche di terze parti, al fine di migliorarne la navigazione. Continuando ad usufruire di questo sito l’utente acconsente ed accetta l’uso dei Cookies.

E’ attivo il progetto FABPIM – Facilitazione Abilitazione Bandi: un nuovo servizio che il Centro Studi PIM dedica esclusivamente ai propri Soci.

www.pim.mi.it/fabpim