map-trasf-header

La Mappa delle Trasformazioni nei comuni di prima cintura metropolitana

Nella prospettiva di definire, prima ancora che istituire, la Città Metropolitana, si pone il tema delle conoscenze utili per la sua pianificazione non solo territoriale e, insieme l’opportunità di condividerle a tutti i livelli: quasi una sorta di “Osservatorio partecipato delle trasformazioni della regione urbana milanese”.
In questa prospettiva, all’inizio del 2011 l’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano e il Centro Studi PIM hanno condiviso l’idea di una prima sperimentazione in cui far convergere i dati già elaborati dai due enti – la documentazione della sezione “Milano che cambia” dell’Ordine e il SIT “Grandi progetti” di PIM. E’ stato così organizzato un gruppo di lavoro impegnato ad approfondire i contenuti già disponibili attraverso la consultazione di diverse ulteriori fonti. Ne è scaturita una prima Mappa che rappresenta le aree oggetto di trasformazione di Milano e dei Comuni delle Province di Milano e di Monza e Brianza.
Nel dicembre 2012, allargando il gruppo di lavoro alla sezione E-Mapping di ANCE Assimpredil, si è avviata una nuova fase di lavoro, attraverso cui ci si è proposti di effettuare un’azione di approfondimento, verifica e sperimentazione riguardo i 23 Comuni della prima cintura dell’area metropolitana milanese (Arese, Assago, Baranzate, Bollate, Bresso, Buccinasco, Cesano Boscone, Cologno Monzese, Cormano, Corsico, Cusago, Novate Milanese, Opera, Pero, Peschiera Borromeo, Rho, Rozzano, San Donato Milanese, Segrate, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese, Trezzano sul Naviglio, Vimodrone).

Da questo lavoro è nata la mappa che vedete qui sopra pubblicata, in cui è possibile muoversi e visualizzare le singole aree in trasformazione e in programmazione, distinguendo quattro diversi gradi di consistenza della trasformazione stessa: aree potenzialmente trasformabili (aziende in dismissione, terreni resi disponibili..) con previsioni di piano, con strumento attuativo approvato, aree in cantiere ovvero già in trasformazione.
Cliccando su ogni area si apre una specifica finestra di dettaglio che evidenzia alcuni dati significativi (localizzazione, ambiti tematici di interesse, funzioni principali, slp totali, etc.). La totalità delle informazioni accolte è riassunta in schede .pdf che illustrano anche le caratteristiche del contesto interno ed esterno al sito (eventuali problemi di caricamento delle schede con Internet Explorer 11 sono risolvibili loggandosi con un account Google).

Nella parte sottostante invece è sfogliabile il fascicolo che raccoglie le analisi che il gruppo di lavoro ha compiuto secondo temi e prospettive che intrecciano gli interessi dei singoli enti, al fine di proporre alcuni spunti utili a migliorare la conoscenza del territorio che costituisce la città metropolitana.
Si tratta naturalmente di un inizio, cui dovranno necessariamente seguire ulteriori elaborazioni ed approfondimenti sull’intera area metropolitana, coinvolgendo nel lavoro altri soggetti interessati al potenziamento di conoscenze e interpretazioni dei processi di trasformazione del territorio metropolitano.

Pubblicazione febbraio 2014 – Dati aggiornati al luglio 2013

Se ti piace:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − dieci =

SHARES