Mobilità ciclistica: le graduatorie dei progetti ammessi alla fase di concertazione POR FESR 2014-2020

di Fabio Bianchini

Regione Lombardia, con Decreto dirigenziale n. 6985 del 15 luglio 2016, ha approvato gli esiti delle valutazioni delle manifestazioni di interesse presentate per la misura “Mobilità Ciclistica” del Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014-2020.
La misura mette a disposizione 20 milioni di fondi europei, totale della dotazione finanziaria della misura Mobilità Ciclistica del POR FESR 2014-2020, per la realizzazione di nuovi percorsi ciclabili per il completamento e la connessione della rete ciclabile di livello regionale, con le reti ciclabili locali, le stazioni ferroviarie e le fermate del trasporto pubblico locale.
Le opere ammissibili si suddividono in tre tipologie:

  1. nuovi tratti di percorsi della rete ciclabile regionale nei comuni attraversati dai Percorsi Ciclabili di Interesse Regionale (PCIR);
  2. nuovi tratti di percorsi della rete ciclabile locale che mettono in collegamento le stazioni/fermate ferroviarie e del Trasporto Pubblico Locale con la rete ciclabile regionale nei comuni attraversati dai PCIR;
  3. nuovi tratti di percorsi ciclabili di connessione alle stazioni/fermate ferroviarie e del Trasporto Pubblico Locale, nei comuni non attraversati dai PCIR.

Su 53 progetti presentati, 32 sono risultati ammissibili di cui 21, sulla base della disponibilità finanziaria complessiva, sono i progetti attualmente ammessi alla fase di concertazione tra Regione Lombardia e gli Enti proponenti. (Allegato 2).
I 21 progetti interessano complessivamente il territorio di 43 Comuni, per un costo totale di oltre 33,5 milioni di euro.
In totale i nuovi percorsi ciclabili che potranno essere realizzati contano più di 100 chilometri, di cui 60 di interesse regionale beneficeranno del cofinanziamento:

  • Ticino;
  • Pedemontana Alpina;
  • Brescia-Cremona;
  • Via dei Pellegrini;
  • Villoresi;
  • Ciclopista del Sole;
  • Navigli;
  • Via delle Risaie;
  • Olona;
  • Tirrenica.

Nell’ottica dello sviluppo di una mobilità integrata e sostenibile, tutti i progetti ammessi alla concertazione prevedono il collegamento alla rete del trasporto pubblico (gomma e ferro), garantendo, in particolare, la connessione a 4 fermate capolinea della metropolitana e della tramvia e a 14 stazioni ferroviarie di cui 7 sono importanti nodi.
La fase di concertazione prevede che entro la fine dell’anno siano definiti e sottoscritti specifici Accordi di Programma, pena la decadenza del contributo stesso, mentre entro giugno 2017 dovrà essere presentata la conformità urbanistica dei progetti.

Il Centro Studi PIM, in particolare, ha supportato i Comuni di Cesano Maderno, di Limbiate e di Peschiera Borromeo e San Donato Milanese nella predisposizione della documentazione necessaria per la partecipazione al bando.
Il Progetto Preliminare relativo alla connessione ciclabile intercomunale tra Peschiera Borromeo e San Donato Milanese ha ottenuto la seconda posizione in graduatoria per la tipologia 2 con 59 punti. Il costo totale progetto è pari a 2.224.313,95 € e il contributo richiesto è del 66,02%. Per la fase di concertazione la spesa ammessa è di 2.141.053,96 €, mentre il contributo ammesso è di 1.413.523,82 €.
Si tratta di un itinerario ciclabile a valenza sovracomunale di connessione fra i 2 comuni, atto a garantire la connessione fra l’itinerario regionale PCIR 15 “Lambro, Abbazie ed Expo” e la fermata della linea metropolitana M3 di Milano.
L’itinerario individuato, lungo quasi 6 km, si connette con buona parte della maglia ciclabile esistente nei due comuni, oltre a garantire un collegamento ciclabile verso alcuni dei principali poli attrattori presenti, in coerenza con altri itinerari ciclabili in progetto, la cui realizzazione, unitamente al progetto oggetto del presente studio, permetterà anche la connessione con la stazione del Servizio Ferroviario Regionale di San Donato Milanese.
La proposta progettuale relativa all’itinerario ciclabile Villoresi-Monte Grappa (capolinea Tramvia) a Limbiate riguarda la realizzazione di nuovi tratti della rete ciclabile che mettono in collegamento il Percorso Ciclabile di Interesse Regionale 6 “Villoresi” con le fermate e il capolinea della tramvia, oltre a garantire un collegamento fra alcuni dei principali poli attrattori presenti.
Il progetto, pur avendo ottenuto la dodicesima posizione in graduatoria per la tipologia 2 con 40 punti, non è al momento ammesso alla fase di concertazione per mancanza di disponibilità finanziaria. Il costo totale progetto è pari a 1.150.413,84 € e il contributo richiesto è del 56,54%. Per la fase di concertazione la spesa ammessa è di 950.862,09 €, mentre il contributo ammesso è di 537.617,43 €.
Il progetto relativo agli Itinerari ciclabili e ciclopedonali a valenza sovracomunale e di connessione con le stazioni ferroviarie di Cesano Maderno riguarda la realizzazione di un tratto del PCIR 14 “Greenway Pedemontana” compreso fra la SP44bis dei Giovi e via Col di Lana.
Il tracciato individuato, inoltre, mette in rete buona parte della maglia ciclabile esistente nel comune di Cesano Maderno, oltre a garantire un collegamento con Bovisio Masciago, Seveso e verso alcuni dei principali poli attrattori presenti.
Anche questo progetto, pur avendo ottenuto la dodicesima posizione in graduatoria per la tipologia 1 con 30 punti, non è al momento ammesso alla fase di concertazione per mancanza di disponibilità finanziaria. Il costo totale progetto è pari a 1.546.578,91 € e il contributo richiesto è del 67,85%. Per la fase di concertazione la spesa ammessa è di 733.044,59 €, mentre il contributo ammesso è di 497.370,75 €.
È stato, invece, stralciato il lotto Trento-Viganò in quanto non ritenuto coerente con le finalità e i contenuti della Misura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + due =