Mobility Conference 2015

di Redazione

Destinazione domani. Città metropolitane e mobilità intelligente

Organizzata da Assolombarda e Camera di Commercio di Milano, la MCE è un appuntamento annuale, che si ripete ormai dal 2003, per incontri e dibattiti incentrati sui temi della mobilità, del traffico e delle infrastrutture, nelle diverse relazioni con il territorio e l’ambiente.

La MCE 2015, incentrata su sviluppo delle infrastrutture e gestione della mobilità nelle aree metropolitane, con particolare attenzione alla “vicinanza” dell’evento EXPO, si è articolata in 4 sessioni.

Il governo delle città metropolitane per la competitività del territorio. Opportunità, nodi da sciogliere e possibili soluzioni per costruire la mobilità del futuro

Questa sessione ha visto come discussant Ian Catlow (London’s European Office Greater London Authority), che ha illustrato l’esperienza di Londra in materie di governance e strategia dei trasporti; Orazio Iacono (Trenitalia), che ha illustrato le strategie per il miglioramento e l’integrazione delle stazioni viste come hub della mobilità urbana. Lanfranco Senn (Università Bocconi e Gruppo CLAS), che ha affrontato il tema della Città metropolitana di Milano, partendo dalla ricostruzione storica della sua evoluzione, per giungere alla considerazione che problemi comuni devono essere affrontati con una gestione consolidata delle risorse.

Le conclusioni sono state affidate a Piero Fassino (Presidente ANCI) che ha evidenziato le problematiche, in particolare legate alla disponibilità di risorse, che accompagnano la fase costitutiva delle Città metropolitane.

L’attenzione dei media, per questa prima sessione, si è concentrata sull’intervento di apertura di Gianfelice Rocca (Presidente Assolombarda), in particolare sul passaggio in cui viene proposta l’apertura al mercato dell’azionariato SEA.

Connessioni aeree e sviluppo aeroportuale: gli scenari per la competitività dell’Italia e della Lombardia

Questa sessione ha visto come discussant Pietro Modiano (Presidente Gruppo SEA), che dopo aver sottolineato la ripresa di Malpensa con l’aumento del traffico intercontinentale e cargo, e ribadita la necessità di sostenere la sua centralità nel sistema aeroportuale lombardo, individua alcune opere fondamentali per il rilancio dell’aeroporto (completamento Pedemontana, collegamento con AV Torino-Milano, collegamento Terminal 2-Gallarate). In conclusione, il Presidente di SEA, alla luce della problematicità dei collegamenti ferroviari da Milano, ribadisce l’importanza del Progetto Garibaldi come hub ferroviario per Malpensa. Frances Ouseley (EasyJet) ha illustrato l’investimento di EasyJet per la Lombardia, con Malpensa seconda base più grande in Europa, e ha individuato nel miglioramento dei collegamenti da/per Malpensa la soluzione per ampliare il bacino di utenza e restituire maggiore attrattività all’aeroporto. Alberto Ribolla (Presidente Confindustria Lombardia) partendo dall’analisi del sistema imprenditoriale, definisce un Action Plan per il trasporto aereo e il sistema aeroportuale incentrato su razionalizzazione, specializzazione, integrazione. Clemente Senni (Alitalia SAI) illustra le performances e gli obiettivi dalla nuova Alitalia, partner di EXPO2015.

Le conclusioni sono state affidate ad Alessandro Sorte (Assessore Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia).

Expo 2015: il mondo a Milano, Milano nel mondo. accoglienza, mobilità e turismo: il punto di vista di esperti ed operatori

Questa sessione ha visto come discussant Claudio Artusi (Coordinatore Expo in Città); Massimo Baggi (Console Svizzera); Chema Basterrechea (NH Hotels); Josep Ejarque (Explora).

Oltre all’illustrazione delle caratteristiche e dei contenuti di Expo in Città, gli interventi hanno riguardato essenzialmente aspetti connessi all’affluenza dei visitatori legata alla ricettività nel periodo Expo.

L’intervento di apertura di Pierfrancesco Maran (Assessore Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua pubblica, Energia Comune di Milano), ha sintetizzato l’impegno di Milano, in vista di Expo, che deve essere interpretato come un’opportunità per il raggiungimento di tre obiettivi fondamentali per Milano: attrattività, competitività e sostenibilità, dimostrando che Milano è un luogo dove è vantaggioso investire per il futuro.

Le conclusioni sono state affidate a Diana Bracco (Presidente EXPO 2015).

Imprese & mobilità: innovazione & business. imprese e start-up per la mobilità del futuro: progetti, prodotti e soluzioni

In questa sessione è stato affrontato innanzitutto il tema Finanziamenti e partnership per Smart city e mobilità. I discussant hanno poi portato esperienze aziendali (Telecom, Volkswagen, A2A, Telbios) su innovazioni tecnologiche per una mobilità più sostenibile.

È stato infine dato spazio all’illustrazione di esperienze di start-up nel settore della mobilità (Piattaforma per organizzazione distribuzione prodotti e-commerce, Piattaforma web collaborativa per l’incontro tra domanda e offerta di servizi locali accessori, App per ricarica veicoli elettrici, Sistema di protezione dei veicoli agli urti, Soluzione cloud di ottimizzazione trasporti, Power unit per bici elettriche).

Le conclusioni sono state affidate a Cristina Tajani (Assessore Politiche per il Lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca Comune di Milano).

La MCE 2015 è stata l’occasione per presentare sia il dodicesimo rapporto annuale dell’Osservatorio Territoriale Infrastrutture (OTI) Nordovest, realizzato da Assolombarda, Confindustria Genova e Unione Industriale Torino, sia il Manifesto delle Città Metropolitane italiane Update 2015.