Riqualifica e potenziamento SS35 “Comasina”. Tratta da interconnessione con A4 a sistema pedemontano. Studio di fattibilità – Analisi di traffico e approfondimenti urbanistici ed ambientali

TIPOLOGIA ATTIVITA'
Attività svolta su incarico di Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. e GIRPA S.p.A.

GRUPPO DI LAVORO
Franco Sacchi [Direttore responsabile], Maria Evelina Saracchi     [capo progetto], Mauro Barzizza, Francesca Boeri, Cinzia Vanzulli [staff PIM], Valentina Gambirasio [tirocinante]

CODICE RICERCA
CON_01B_07

DATA
Aprile 2009


CONTENUTO ESSENZIALE

Il Centro Studi PIM è stato incaricato dalla Società Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. e dalla Società GIRPA S.p.A. di predisporre, rispettivamente, lo studio di traffico e gli approfondimenti di carattere urbanistico ed ambientale relativi allo Studio di fattibilità dell’intervento di riqualifica e potenziamento della exSS35 “Comasina”, nella tratta dall’interconnessione con la A4 al Sistema Viabilistico Pedemontano.

 

Obiettivo dello studio di traffico è quello di:

  • fornire indicazioni in merito alla situazione attuale dei carichi di traffico rilevati (anche grazie ad una campagna di rilievi svolta specificatamente dal Centro Studi PIM lungo l’itinerario stradale allo studio) e dei flussi di traffico nell’ora di punta del mattino (ottenuti mediante modello di simulazione) sulla rete stradale nel settore territoriale interessato dall’intervento infrastrutturale;
  • stimare (sempre mediante modello di simulazione) la distribuzione dei flussi di traffico attesi sulla rete viaria futura, valutando gli effetti indotti dalla realizzazione dell’intervento infrastrutturale in progetto sul nuovo assetto di rete; a tal fine sono stati presi in considerazione differenti scenari futuri, corrispondenti a differenti configurazioni progettuali per il potenziamento della exSS35 (in termini di riorganizzazione degli svincoli e della viabilità locale ad essi afferente), fornendo informazioni utili per la definizione della configurazione finale del progetto stradale.

 

Obiettivo degli approfondimenti urbanistici ed ambientali è l’analisi del contesto territoriale, urbanistico ed ambientale nel quale si colloca l’opera in progetto, al fine di ottimizzare le scelte d’intervento, dal punto di vista funzionale e dal punto di vista del suo inserimento nell’ambiente e nel territorio.

A tal fine si è provveduto:

  • ad individuare gli obiettivi dell’intervento allo studio, in termini di riorganizzazione della maglia viaria, sia a scala territoriale (con riferimento al comparto a nord di Milano), sia scala locale (con riferimento alle opportunità di ricucitura delle relazioni comunali e di ripristino delle condizioni di accessibilità alle aree commerciali e produttive attualmente innestate direttamente sulla superstrada);
  • a definire il contesto urbanistico di riferimento, anche in questo caso sia alla scala territoriale, sia in termini di potenziali interferenze dirette delle opere in progetto con il sistema insediativo esistente e previsto ai margini della strada;
  • a definire il quadro ambientale di riferimento, individuando i vincoli paesaggistico-ambientali (tra cui i Parchi Locali di Interesse Sovracomunale) e storico monumentali presenti nel contesto a nord di Milano e delineando le peculiarità del paesaggio attraversato dall’infrastruttura;
  • ad effettuare un confronto (sempre sotto il profilo urbanistico ed ambientale, in aggiunta alle considerazioni di carattere trasportistico), tra le soluzioni alternative individuate, al fine di definire la configurazione finale del progetto;
  • a predisporre una tavola di rappresentazione dei principali interventi di mitigazione ritenuti necessari per consentire il migliore inserimento delle opere in progetto nel contesto attraversato.

Si è poi provveduto a definire i criteri metodologici per l’individuazione delle aree impegnate e delle fasce di rispetto stradali, all’interno delle quali applicare specifiche misure di salvaguardia.

Infine, si è provveduto a sintetizzare le osservazioni e le proposte emerse nell’ambito dei confronti tra la Provincia di Milano ed i Comuni interessati sulla soluzione progettuale finale, specificando i riscontro della Provincia stessa in merito alle richieste avanzate.

Questo sito web utilizza i Cookies, anche di terze parti, al fine di migliorarne la navigazione. Continuando ad usufruire di questo sito l’utente acconsente ed accetta l’uso dei Cookies.

E’ attivo il progetto FABPIM – Facilitazione Abilitazione Bandi: un nuovo servizio che il Centro Studi PIM dedica esclusivamente ai propri Soci.

www.pim.mi.it/fabpim