Supporto nell’ambito della fase controdeduttiva finalizzata alla redazione definitiva degli atti costituenti il Piano di Governo Del Territorio (PGT) di Cesano Maderno

TIPOLOGIA ATTIVITA'
Attività svolta su incarico del Comune di Cesano Maderno

GRUPPO DI LAVORO
Franco Sacchi [Direttore responsabile], Francesca Boeri [capo progetto] Mauro Barzizza, Piero Nobile [staff PIM]

CODICE RICERCA
CON_12_13

DATA
Marzo 2014


CONTENUTO ESSENZIALE

Dopo l’adozione del PGT, avvenuta il 25/06/2013, il Comune di Cesano Maderno ha ritenuto necessario completare la procedura di approvazione dello strumento urbanistico, entro i tempi stabiliti dalla LR 12/05. A questo proposito, è stato riconfermato il gruppo di lavoro che aveva seguito l’elaborazione del PGT fino alla fase di adozione.

In particolare, l’incarico al Centro Studi PIM ha riguardato l’attività di supporto nell’ambito della fase contodeduttiva, finalizzata alla redazione definitiva degli atti costituenti il Piano di Governo del Territorio (PGT) e il processo di Valutazione Ambientale Strategica (VAS). L’attività ha accompagnato l’Amministrazione Comunale con la predisposizione degli atti idonei per l’approvazione da parte del Consiglio Comunale.

In particolare, la collaborazione ha riguardato seguenti temi.

  1. Valutazione della compatibilità del PGT con il PTCP di Monza e Brianza, con particolare riferimento alla sostenibilità trasportistica. Con riferimento alle linee guida specifiche del PTCP, che forniscono i parametri attraverso i quali effettuare la stima dei veicoli attesi (in entrata e in uscita) nell’ora di punta del mattino e della sera di un giorno feriale tipo, sono stati forniti gli elementi a conferma della sostenibilità dei 9 Ambiti di Trasformazione (AT) e dei 14 Piani Attuativi (PA) previsti dal PGT della città di Cesano Maderno.

L’entità dei veicoli attesi, con riferimento alla situazione più cautelativa (assenza della componente veicoli a motore a due ruote), per la maggior parte degli ambiti e piani attuativi è modesta; si tratta infatti di quantità che oscillano fra lo 0,5% e il 5% dei flussi in transito sulla strada ad essi afferente, non solo in termini assoluti ma anche in relazione alla capacità di ciascuna strada. Le variazioni dei carichi indotti risultano infatti per la maggior parte dei PA e degli AT inferiori rispetto alla variazione che si registra nei transiti veicolari sulle arterie stradali se rilevati in diversi giorni feriali tipo, in mesi tipo del medesimo anno, oppure si tratta di arterie stradali urbane locali con bassissimi volumi di traffico.

Si conferma, in linea generale, la sostenibilità di tutti gli ambiti di trasformazione e di tutti i piani attuativi nel loro complesso, fermo restando che, per alcuni particolari interventi, sarà compito dell’operatore, una volta definiti puntualmente la tipologia, la struttura e gli accessi, verificare che i carichi attesi non pregiudichino la funzionalità della viabilità afferente e, in caso contrario, provvedere alla realizzazione degli interventi strutturali, integrativi rispetto alle previsioni del PGTU, atti a risolvere le eventuali criticità residue indotte.

  1. Approfondimento del tema dell’Housing sociale in risposta a quanto contenuto nella verifica di compatibilità svolta dalla Provincia di Monza e della Brianza. In particolare, si è trattato di fornire uno specifico contributo riguardante lo stato del fabbisogno abitativo relativo all’edilizia sociale presente nel territorio comunale, nella prospettiva di offrire una risposta alle criticità di questo settore.

Collaborazione con gli uffici comunali nella fase di analisi delle osservazioni e predisposizione delle controdeduzioni riguardanti temi ambientali afferenti la VAS e adeguamento dei documenti (Rapporto Ambientale e Studio di Incidenza), in relazione all’accoglimento delle osservazioni che siano potenzialmente in grado di produrre effetti sull’ambiente

Questo sito web utilizza i Cookies, anche di terze parti, al fine di migliorarne la navigazione. Continuando ad usufruire di questo sito l’utente acconsente ed accetta l’uso dei Cookies.

E’ attivo il progetto FABPIM – Facilitazione Abilitazione Bandi: un nuovo servizio che il Centro Studi PIM dedica esclusivamente ai propri Soci.

www.pim.mi.it/fabpim