Quali tappe segnano il percorso da una economia lineare ad una economia circolare, più coerente con la sostenibilità ambientale?

 Quali tappe segnano il percorso da una economia lineare ad una economia circolare, più coerente con la sostenibilità ambientale?

Informazioni

Data

giovedi 14 luglio 2022

Orario

dalle ore 14.10

Luogo

L’evento si svolge on-line

Programma evento

Visualizza



La transizione di economia circolare è guidata soprattutto dalle politiche, in passato quelle dei rifiuti e ora quelle incorporate nello European Green Deal. Fino all’attuale impennata dei prezzi delle materie prime, i mercati hanno infatti offerto pochi stimoli alle traiettorie della “vecchia” economia circolare (riciclo, recupero, riuso). Le politiche hanno quindi guidato il processo, ma anche attraverso l’uso di “Market-based instruments” (es. Extended Producer Responsibility) che stimolano la chiusura dei cicli dei materiali come risposta ad impulsi di costo e prezzo. L’attuale “nuova” visione di economia circolare ne allarga molto la portata, che va a corrispondere ad una strategia generale di “efficienza delle risorse”, anche in assenza di veri e propri elementi di circolarità materiale. Questo approccio aperto ne favorisce la penetrazione nelle strategie delle imprese, in un contesto che richiama la classica idea di “System of Innovation” attraverso la relazione tra le imprese stesse, l’ambiente di policy making, gli investimenti in innovazione, le catene di fornitura, i consumatori. In questo contesto, anche se vi è una forte enfasi sui cosiddetti Circular Business Models, oggetto di una pletora di definizioni e proposizioni, gli aspetti più interessanti dal punto di vista industriale, che verranno discussi, sono: le dinamiche di riconfigurazione delle catene di valore inter-settoriali con circolarità; i dilemmi di strategia industriale in settori critici di limitata circolarità (ad esempio le plastiche); le interazioni tra economia circolare, decarbonizzazione e “bioeconomia”

Articoli correlati