Torino Metropoli 2025. Il terzo Piano Strategico dell’area metropolitana di Torino

Associazione Torino Internazionale

Torino Metropoli 2025. Il terzo Piano Strategico dell’area metropolitana di Torino

Torino, 2015
pp. 223

Il volume restituisce l’esito del processo di pianificazione strategica avviato due anni e mezzo fa dall’area metropolitana di Torino (38 comuni), che ha portato al terzo Piano Strategico “Torino Metropoli 2025”, un “processo inclusivo”, che ha visto 148 incontri, 230 enti coinvolti e oltre 500 persone direttamente mobilitate, che ha portato alla definizione della strategia di sviluppo per l’area metropolitana e dei progetti per la sua attuazione.
Il Piano Strategico, superati i temi della trasformazione postindustriale che hanno caratterizzato le due precedenti esperienze, prova ora a dare avvio a un ciclo caratterizzato da un nuovo sviluppo economico, sociale e culturale.
Il Piano Strategico, per progettare il futuro di Torino, parte dal riconoscimento dei punti di forza che la caratterizzano. Torino è punto di snodo tra Mediterraneo ed Europa continentale, ha una forte leadership e specificità economica, un sistema della formazione di qualità, un ambiente fertile per l’innovazione e la ricerca, una straordinaria vivacità culturale e creativa, una grande comunità solidale.
La volontà è quella di affrontare le nuove sfide globali e locali, in particolare a partire dalle opportunità congiunturali: la costituzione della Città metropolitana e l’avvio del nuovo ciclo di programmazione comunitaria 2014-2020.
Il Piano Strategico compie alcune scelte di campo che ne caratterizzano l’impostazione: selettività, dimensione metropolitana, centralità del mondo delle imprese, dell’università, della ricerca, dell’innovazione, rinnovamento della pubblica amministrazione, sono i pilastri che dovranno guidare la nuova fase di cambiamento.

La “visione” di Torino Metropoli 2025 è quella di una “Città delle opportunità”, luogo che incoraggia l’innovazione e lo sviluppo, ambiente abilitante e inclusivo, spazio accogliente e produttivo, dove ognuno può trovare le condizioni favorevoli per sviluppare il proprio progetto di vita e di impresa.
Per essere “Città delle opportunità” Torino si pone otto obiettivi complementari, che saranno al tempo stesso indicatori di successo del Piano: crescita degli investimenti locali, nazionali e internazionali; mantenimento, insediamento e crescita di imprese e attività economiche; crescita dell’occupazione; incremento della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica; efficientamento dei servizi pubblici; crescita del capitale umano qualificato e attrazione di talenti; valorizzazione della cultura, della creatività e del turismo; incremento della qualità della vita e dell’inclusione sociale.
Per realizzare questi obiettivi, il Piano Strategico attiva due strategie complementari: costruire la governance metropolitana, per garantire maggiore sviluppo e competitività, e rendere i sistemi e i servizi più efficienti; abilitare il sistema economico e sociale, non più identificando singoli investimenti, ma valorizzando i “fattori abilitanti” orizzontali che favoriscono lo sviluppo dell’intero sistema economico, territoriale e sociale, riducendo i costi del fare impresa e sbloccando energie potenziali.
Ciascuna strategia è supportata da specifiche politiche e progetti, elencate e descritte nel volume, in grado di dare attuazione agli obiettivi.
Il Piano Strategico individua poi altre tre “strategie da costruire”, che saranno sviluppate in futuro: Torino universitaria e dell’innovazione, Torino Internazionale e Torino Sociale.
Essendo il Piano Strategico anzitutto un processo, che non termina con la pubblicazione del documento, si identifica, infine, la via di implementazione del processo e degli strumenti, che passa in primo luogo dalla fattibilità delle strategie e delle azioni e dalla verifica della loro effettiva realizzazione.
Sviluppo del Piano Strategico che passa anche dall’opportunità offerta dalla Città metropolitana, che dovrà orientare il processo verso il Piano Strategico della Città metropolitana di Torino, allargando dunque il campo d’azione.

Autori

L’Associazione Torino Internazionale opera dal 2000 per la promozione della pianificazione strategica a scala metropolitana. Presieduta dal Sindaco della Città di Torino e della Città Metropolitana di Torino, ha tra i suoi 90 associati enti pubblici, istituzioni, atenei, centri culturali, sindacati, associazioni di categoria e aziende che operano sul territorio.