EVENTI

Relazione ambientale alle opere complementari al nodo di interscambio di Cesano Maderno

TIPOLOGIA ATTIVITA'
Attività svolta su incarico di Ferrovie Nord Milano Ingegneria

GRUPPO DI LAVORO
Franco Sacchi [Direttore responsabile], Claudio Grossoni [capo progetto], Francesca Boeri, Alma Grieco [staff Pim]

CODICE RICERCA
CON_27_05

DATA
Ottobre 2005


CONTENUTO ESSENZIALE

I progetti oggetto del presente studio si inseriscono nel complesso degli interventi previsti fra le opere complementari al nodo di interscambio di Cesano Maderno, posto all’’intersezione delle linee FNM Milano-Asso e Saronno-Seregno, entrambe in corso di riqualificazione e potenziamento.

Essi fanno parte di un’importante revisione complessiva della rete ferroviaria lombarda in grado di far compiere un rilevante salto di qualità al livello di servizio dell’area del nord Milano su itinerari di grande importanza strategica (Milano-Malpensa, Novara-Torino alta capacità, Seregno-Como-Chiasso San Gottardo, ecc.).

Il nodo di interscambio di Cesano Maderno costituisce un elemento indispensabile di raccordo e collegamento tra le linee ferroviarie in corso di ristrutturazione oltrechè un significativo nuovo punto di riferimento per l’utenza in movimento sia per motivi di studio e lavoro (pendolarità) sia per motivi legati all’accessibilità all’aerostazione e ai collegamenti ferroviari interregionali ed internazionali.

La presente relazione si prefigge lo scopo di verificare l’inserimento ambientale degli interventi che si collocano in prossimità dell’alveo del torrente Seveso per tutelarne i caratteri ambientali, pur nella consapevolezza di osservare un ambito urbano ormai pressocchè saturo e dalle caratteristiche di area periferica disomogenea con valori ambientali discontinui.

Partendo, quindi, da un’analisi del contesto territoriale, nelle sue componenti (ambiente costruito, accessibilità al sito e caratteri ambientali) lo studio considera le prospettive di evoluzione neutrali dell’area interessata e quelle dovute agli interventi progettuali relativi alle opere complementari, che trovano in FNMI un unico progettista. Viene tenuto pertanto in grande considerazione l’unitarietà delle iniziative, che prevalentemente si uniformano a caratteri di arredo, di scelta di materiali e di caratteri progettuali già in essere nel contesto territoriale limitrofo. Gli elementi principali che compongono la globalità dell’intervento sono costituiti da:

  • nuovo fabbricato viaggiatori;
  • serie di spazi a ”piazza” disposti lungo i principali camminamenti di servizio all’interscambio tra le due linee ferroviarie;
  • manufatto di attraversamento del torrente Severo;
  • pista ciclabile.

Lo studio si occupa dell’inserimento ambientale dei singoli elementi sopra descritti, portando dimostrazione del complessivo miglioramento paesaggistico dell’area, che trova giustificazione nel completamento urbanistico, nel miglioramento complessivo dell’accessibilità e nella definizione ambientale (arredi e inserimenti vegetali).

Questo sito web utilizza i Cookies, anche di terze parti, al fine di migliorarne la navigazione. Continuando ad usufruire di questo sito l’utente acconsente ed accetta l’uso dei Cookies.

E’ attivo il progetto FABPIM – Facilitazione Abilitazione Bandi: un nuovo servizio che il Centro Studi PIM dedica esclusivamente ai propri Soci.

www.pim.mi.it/fabpim