EVENTI

SS36 Del lago di Como e dello Spluga. Studio degli effetti della cantierizzazione sulla viabilità

TIPOLOGIA ATTIVITA'
Attività svolta su incarico di ANAS SpA

GRUPPO DI LAVORO
Franco Sacchi [Direttore responsabile],

Mauro Barzizza [capo progetto], Paola Pozzi, Maria Evelina Saracchi [staff PIM], Sara Bonvissuto, Michele Rossi, Sarah Vergani [collaboratori esterni]

CODICE RICERCA
CON_16_06

DATA
Gennaio 2008


CONTENUTO ESSENZIALE

Il collegamento tra la SS36 “dello Spluga” ed il sistema autostradale nei comuni di Cinisello Balsamo e Monza è opera fondamentale per il miglioramento delle condizioni di percorribilità dell’itinerario in avvicinamento a Milano e la sua realizzazione in tempi brevi è fortemente auspicata da tutti i livelli istituzionali presenti sul territorio.
A seguito dell’annullamento del contratto d’appalto aggiudicato nel 2005 ANAS ha pianificato le attività per un nuovo appalto delle opere che prevede la suddivisione dell’intervento in due lotti.
• Lotto Funzionale: tratto all’aperto, di adeguamento in sede, comprendente la sistemazione degli svincoli di connessione con l’autostrada A4 e con la A52 tangenziale Nord e le opere complementari relative alla sistemazione e al potenziamento della viabilità locale di collegamento al tracciato principale;
• Lotto di Completamento: tratto di interramento della sede centrale mediante la realizzazione di galleria.

Gli interventi previsti, pur comportando riduzioni nella dimensione delle carreggiate ed eliminazioni temporanee di alcune possibilità di svolta, dovranno essere eseguiti mantenendo in esercizio la direttrice per i flussi di traffico sia in direzione nord-sud che in attraversamento.
In considerazione di ciò è stata individuata l’utilità di stimare anticipatamente gli effetti della realizzazione delle opere in progetto al fine di minimizzare i disagi, giungendo a delineare un percorso operativo che affronti il progetto di indirizzamento del traffico su percorsi alternativi ed i contenuti della campagna di informazione all’utenza ed alla popolazione direttamente coinvolte dagli effetti della cantierizzazione.
Il Centro Studi PIM è stato incaricato di predisporre uno studio che dia risposta a questa esigenza.

Lo studio si sviluppa, in due fasi successive, con riferimento ai 2 Lotti (Funzionale e di Completamento) affrontando le medesime tematiche.

Le tematiche affrontate riguardano:
• valutazione degli effetti sulla circolazione derivanti dalle differenti fasi di cantierizzazione;
• individuazione di possibili interventi sugli schemi di circolazione e di itinerari alternativi sui quali dirottare quota parte del traffico;
• valutazione degli interventi necessari sulla viabilità secondaria e locale per garantirne l’utilizzo come percorsi alternativi.

Sulla base degli esiti della fase valutativo/ propositiva è possibile giungere alla definizione:
• delle indicazioni utili per predisporre il piano della segnaletica di avviso e di indirizzo verso gli itinerari alternativi, con relativa stima dei costi;
• delle indicazioni utili per impostare la campagna di comunicazione verso gli utenti e le comunità locali sullo stato di avanzamento delle fasi progettuali e sulle misure intraprese per mitigare il disagio, con relativa stima dei costi.

Propedeutica allo sviluppo delle tematiche è stata l’effettuazione della campagna di indagine con rilievi dei flussi di traffico transitanti e delle manovre di svolta alle intersezioni, oltre al monitoraggio delle code, in considerazione della diffusa situazione di congestione che caratterizza la tratta oggetto di studio.

Le valutazioni in merito agli effetti attesi sulla circolazione ed all’individuazione dei possibili itinerari alternativi sono supportate dalle attività modellistiche di macro-simulazione, per il quadro territoriale, e di micro-simulazione, per gli itinerari individuati adiacenti all’area di cantiere (situazioni puntuali in corrispondenza delle intersezioni)

Questo sito web utilizza i Cookies, anche di terze parti, al fine di migliorarne la navigazione. Continuando ad usufruire di questo sito l’utente acconsente ed accetta l’uso dei Cookies.

E’ attivo il progetto FABPIM – Facilitazione Abilitazione Bandi: un nuovo servizio che il Centro Studi PIM dedica esclusivamente ai propri Soci.

www.pim.mi.it/fabpim