Collaborazione alla stesura del PGT del PUM e del PGTU di Arese

TIPOLOGIA ATTIVITA'
Attività svolta su incarico del Comune di Arese

GRUPPO DI LAVORO
Franco Sacchi [Direttore responsabile], Paola Pozzi [capo progetto], Cristina Alinovi [coordinamento quadro conoscitivo PGT], Mauro Barzizza [coordinamento PGTU] [staff PIM]; Paolo Riganti [coordinamento PUM], Sara Bonvissuto, Luca Sterpi [elaborazioni cartografiche], TPS Transport Planning Service srl [indagini di traffico], Dario Corvi [tavole PGT] [collaboratori esterni]

CODICE RICERCA
CON_12_08

DATA
Settembre 2010


CONTENUTO ESSENZIALE

PGTU
I contenuti del PGTU vengono distinti su tre livelli di progettazione. Il 1°livello di progettazione è quello del Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU), inteso piano quadro. Il 2° livello di progettazione è quello dei Piani Particolareggiati del traffico urbano, intesi quali progetti per l’attuazione del PGTU, relativi ad ambiti territoriali più ristretti di quelli dell’intero centro abitato o a particolari tematiche. Il 3° livello di progettazione è quello dei Piani esecutivi del traffico urbano, intesi quali progetti esecutivi dei Piani Particolareggiati del traffico urbano.
Il PGTU si compone di una fase analitica e di una fase propositiva, precedute da una sintesi delle previsioni infrastrutturali comunali e sovracomunali di medio-lungo periodo (per gli approfondimenti si rimanda al documento del Piano della Mobilità – PUM) al fine di programmare/realizzare nel breve periodo interventi in sintonia con tali previsioni di più ampio respiro.
La parte analitica consiste nella valutazione della situazione attuale ottenuta mediante:
– la lettura di dati e di documentazione disponibili dalle fonti ufficiali;
– l’effettuazione di indagini e sopraluoghi sul campo (settembre-ottobre 2008);
– la ricostruzione dei carichi di traffico che interessano il Comune di Arese mediante una campagna ad hoc di rilievi e di indagini O/D (Origine/Destinazione). Il Piano ne espone una sintesi e rimanda all’allegato “Rilievi di traffico” per gli approfondimenti”
La fase propositiva contiene le indicazioni sugli interventi previsti e da programmare, in particolare la riqualificazione di strade, la modifica e messa in sicurezza delle intersezioni, la realizzazione di piste ciclabili e di opere di moderazione del traffico.
A conclusione del documento vengono organizzati in tre fasi temporali gli interventi proposti.

PUM
La città di Arese si colloca in un territorio particolarmente complesso dal punto di vista infrastrutturale, in quanto interessato, direttamente o indirettamente, da interventi sulle infrastrutture radiali di accesso a Milano, sulle infrastrutture trasversali di collegamento est – ovest a nord di Milano, e sulla rete ferroviaria, ed inoltre la complessità è riconducibile anche alla presenza di grandi funzioni e servizi, esistenti e programmati, che hanno effetti rilevanti sul sistema della mobilità, primo fra tutti Expo 2015. In un quadro così definito la città di Arese non può che assumere i progetti alla scala metropolitana e verificarne la coerenza con le proprie esigenze in termini di mobilità.
Per questa ragione si è deciso di affrontare con il PUM innanzitutto la costruzione di un quadro conoscitivo che sottopone a verifica la rispondenza tra gli scenari infrastrutturali contenuti negli strumenti di pianificazione e programmazione, e le caratteristiche della domanda di mobilità di Arese.
Per quanto riguarda il quadro propositivo, invece, constatato che l’assetto della viabilità appare sostanzialmente consolidato, ad eccezione degli scenari realizzativi che dipendono a loro volta dalla disponibilità di finanziamenti, come evidenziato nel quadro conoscitivo, con riferimento ai finanziamenti per Expo 2015, si è incentrata l’attenzione sul trasporto pubblico, il cui assetto appare meno consolidato. Poiché la realizzazione della nuova stazione di Rho costituisce un’occasione importante per ripensare il sistema del trasporto pubblico locale di Arese, si è ipotizzata una sua riorganizzazione su questo nuovo nodo infrastrutturale, mettendo in rete la grande area dismessa ex Alfa e, in questa logica si sono sottoposti a verifica il percorso e i sistemi di trasporto più idonei per garantire una connessione efficace tra la stazione di Rho, Arese e la stazione di Garbagnate.

PGT (Quadro conoscitivo del Documento di Piano per quanto riguarda il Sistema della mobilità ed il Sistema urbano)
Questa attività è incentrata essenzialmente sulla costruzione degli elaborati cartografici che costituiscono l’essenza del quadro conoscitivo. Tali elaborati cartografici sono accompagnati da una relazione illustrative che descrive le modalità di lettura delle differenti tematiche e propone delle considerazioni interpretative dei fenomeni che hanno caratterizzato lo sviluppo del sistema urbano di Arese

Questo sito web utilizza i Cookies, anche di terze parti, al fine di migliorarne la navigazione. Continuando ad usufruire di questo sito l’utente acconsente ed accetta l’uso dei Cookies.

E’ attivo il progetto FABPIM – Facilitazione Abilitazione Bandi: un nuovo servizio che il Centro Studi PIM dedica esclusivamente ai propri Soci.

www.pim.mi.it/fabpim